Mechelen: Daniel Deusser davanti a tutti, Gaudiano sfiora il podio.

Eventi

Per Emanuele Gaudiano la Coppa del Mondo di Mechelen sancisce il coronamento di un sogno. Anzi due. Daniel Deusser e Killer Queen i migliori dell’arena.

Mechelen è la città che da sempre scandisce i rintocchi finali dell’anno agonistico di salto ostacoli con il suo jumping Mechelen, nona tappa del circuito di World Cup del girone dell’Europa Occidentale.
Per alcuni rappresenta semplicemente l’ultimo concorso dell’anno, per altri cavalieri l’ultima possibilità di acquisire punti validi ai fini della ranking, per altri ancora il coronamento di un anno speciale. Per Emanuele Gaudiano il concorso nella cittadina belga, andato in scena dal 26 al 31 dicembre scorsi, è stato tutto questo e anche di più.
Se con il secondo posto a La Coruña 
il sogno della finale di Coppa del Mondo iniziava a concretizzarsi, a Mechelen è diventato proprio certezza.

Jump-off a 12

Al jump-off del Gp hanno preso parte in 12 e, solo per un piccolo errore, per il cavaliere di Matera è sfumato un altro podio. Suo infatti il tempo più veloce (41.05) ma le 4 penalità alla fine l’hanno visto in 5a posizione. Trionfo per Daniel Deusser e Killer Queen che, prima di entrare si trovavano di fronte ad un dubbio quasi amletico. Rischiare il tutto per tutto e provare a battere il tempo non velocissimo di Pius Schwitzer e Courtney Cox, leader fino a quel momento della classifica con 44.01 oppure andare più cauti e puntare al percorso netto, viste e considerate le 4 penalita di Gaudiano entrato dopo l’elvetico, e le 8 di Jos Verlooy, penultimo in campo?

La risposta è scritta nella classifica. Una scelta sì rischiosa, ma anche la migliore, quella vincente.

Daniel Deusser dopo il 2013 con Cornet D’ amour è tornato a rivincere a Mechelen assicurandosi 20 punti validi ai fini della ranking.

Thrilling ranking per la finale di World Cup e sogno azzurro per quella olimpica


Ranking ufficiale che attualmente vede nelle prime tre posizioni Pieter Devos, Steve Guerdat e il nostro Emanuele Gaudiano, tutti e tre a pari merito con 55 punti e quindi automaticamente qualificati per la finale. Completano la Top 5 Scott Brash con 47 punti e Martin Fuchs con 44.

Ma la ranking più attesa è quella olimpica, in uscita ufficialmente per l’inizio di gennaio ma già spoilerata. Il nostro azzurro è infatti primo nella classifica delle nazioni che non sono riusciti a classificarsi con la squadra per Tokyo 2020, seguito da Luciana Diniz che assicurerà così un posto individuale anche al Portogallo. Due sogni quindi già quasi avverati: la finale di Coppa del Mondo e le Olimpiadi di Tokyo. Magia pronunciarle, sogno sapere di poter esserci.

Ph: Belga/Tiffany Orlando
Per la classifica completa clicca qui:

https://www.longinestiming.com/equestrian/2019/jumping-mechelen-mechelen/resultlist_08.html

Per la ranking clicca qui:

https://results.hippodata.de/2019/1751/docs/longines_fei_world_cup_wel_2019_2020_standings_after_mechelen.pdf

Menu