Solo i migliori pronti per la sfida dell’anno

Eventi

Al via lo storico concorso CHI de Genève, dal 12 al 15 dicembre si salta per la vittoria della IJRC Rolex Top 10

Considerato da molti, se non da tutti, il n° 1 delle gare indoor, il concorso ippico internazionale di Ginevra apre le porte alla grande equitazione, con la Rolex IJRC Top Ten ed il Rolex Grand Prix che, insieme a quello di Aachen e di Spruce Meadows, costituisce la triade del Rolex Grand Slam, riuscito ad oggi solo al britannico Scott Brash.

Il concorso ippico internazionale di Ginevra

La crème de la crème: si può riassumere così il CHI di Ginevra, che quest’anno andrà in scena dal 12 al 15 dicembre. Dal 1926 lo storico concorso svizzero accoglie I migliori cavalieri del pianeta nella più grande arena indoor, che può ospitare oltre 42000 persone. Questo il pubblico atteso nei quattro giorni di quello che è considerato uno dei concorsi più prestigiosi. Il CHI, che fa parte del circuito di Rolex Grand Slam di salto ostacoli (insieme al CHIO di Aachen in Germania, i Masters di Spruce Meadows a Calgary e I Dutch Masters di s’ Hertogenbosch, in Olanda) ha ricevuto per nove volte il titolo di miglior concorso equestre del mondo. D’altronde qui hanno dato spettacolo due finali di Coppa del Mondo di salto ostacoli (1996 e 2010), oltre alle ben note finali di Rolex IJRC Top 10 (e qui si tratta di tredici!). Come ogni anno l’agenda è ricchissima di appuntamenti da non perdere, atti a soddisfare i più disparati interessi: dal  Cross Indoor alla 19a edizione della finale IJRC Top 10, il Rolex Grand Prix e la Coppa del Mondo di attacchi.

La IJRC Rolex Top 10

Il meglio del salto ostacoli internazionale sta scaldando I motori per la 19a edizione della IJRC Top Ten Final, presentata da Rolex e dall’ International Jumping Riders Club (IJRC). Una gara unica nel suo genere, nata alla fine degli anni ’90 quando l’International Jumping Riders Club, grazie al Direttore Eleonora Ottaviani e ai cavalieri François Mathy Jr. e Rodrigo Pessoa, pensarono alla formula della “ranking list”. “Dopo aver assistito nel 2000 alla Tennis Masters Cup ho realizzato veramente che il salto ostacoli aveva bisogno di qualcosa di simile per decollare”, ha dichiarato Rodrigo Pessoa.

Il risultato di quella che allora era solo un’idea, è diventato ben presto una rassegna in cui si celebrassero i risultati dei migliori cavalieri del mondo. Solo i primi 10 della ranking sono infatti invitati a partecipare a quella che si preannuncia come una delle gare più prestigiose e adrenaliniche. La formula originale, a cui ancora oggi si fa riferimento, prevede due percorsi da affrontare. Il primo, più lungo, che può essere affrontato con un cavallo da Gran Premio, mentre il secondo, più corto, si presta meglio a esemplari particolarmente veloci.

La prima edizione di questa competizione si tenne proprio a Ginevra e qui rimase per sette anni di fila, dal 2001 al 2007. IL 2010, segna il ritorno di questa gara nel luogo che l’ha vista nascere, dopo essere passata da Bruxelles e Parigi, nel 2008 e 2009 rispettivamente. Nel 2013 si sposta, per un anno, a Stoccolma, per poi tornare in pianta stabile dall’anno successivo a Ginevra.  “La Top Ten Final significa moltissimo per me, come organizzatore, giornalista e appassionato di sport equestre, poiché l’ IJRC insieme agli organizzatori del CHI ha davvero ideato un evento di successo che si presta benissimo a diventare popolare anche fuori dall’ambiente equestre. Dopo i maggiori campionati e le finali di Coppa del Mondo, credo che questo sia uno dei più bei concorsi a cui si può partecipare. é davvero un sogno potervi partecipare, ancora più incredibile arrivare  e a podio” racconta lo show director Alban Poudret. L’anno scorso aveva trionfato Steve Guerdat con Alamo, seguito da Henrik von Eckerman & Castello e terzo McLain Ward con Clinta.

Il Rolex Grand Slam

Il Rolex Grand Prix di Ginevra è una delle tappe del circuito del   Rolex Grand Slam di salto ostacoli. Questo concept unisce sotto questo nome quattro dei più grandi e prestigiosi concorsi al mondo; il CHIO di Aachen, I Masters di Spruce Meadows (Calgary), I Masters di  ‘s-Hertogenbosch ed il CHI Geneva, per l’appunto. Tutte e quattro le competizioni sono accomunate da una passione condivisa per lo sport ai massimi livelli, eccellenza e rispetto delle tradizioni. Parteciparvi è già un onore per ogni cavaliere, vincere uno dei Gran Premi è il sogno di una carriera. Vincere tre gran premi di fila è quasi follia. O storia.

Così è stato per Scott Brash, l’unico ad essersi aggiudicato il Grand Slam nel periodo compreso tra dicembre 2014 e settembre 2015. Il cavaliere scozzese insieme a Hello Sanctos ha fatto suo il bonus di un milione di euro vincendo consecutivamente il Gp di Ginevra, quello di Aachen e poi Calgary. E quale migliore occasione per il ritiro del magnifico baio di 19 anni, se non questa edizione del CHI di Ginevra?

I Finalisti della Top Ten 2019:
  1. Steve Guerdat – Svizzera
  2. Martin Fuchs – Svizzera
  3. Daniel Deusser – Germania
  4. Peder Fredricson – Svezia
  5. Ben Maher – Gran Bretagna
  6. Elisabeth Madden – Usa
  7. Pieter Devos – Belgio
  8. Ward McLain – Usa
  9. Darragh Kenny – Irlanda
  10. Christian Alhmann – Germania
Ma non solo salto ostacoli

Al CHI di Ginevra non solo salto ostacoli; dal 2016 anche il dressage è ritornato a brillare sotto le luci del Palexpo dopo 15 anni, ma bisogna dire che i piaffe non sono un’assoluta novità all’interno del polo elvetico, infatti la Coppa del Mondo è andata in scena proprio qui dal 1997 al 2000.  Ora cavalieri e amazzoni dei rettangoli ritorneranno, aggiungendosi al programma che vede nuovamente  in pista i più arditi driver per la sesta tappa di Coppa del Mondo di attacchi e l’entusiasmante percorso di cross indoor.

Menu